CALMA APPARENTE

UNA TAVOLA SEMBRA IL MARE DA LONTANO

MI AVVICINO, LO SCRUTO E NOTO CHE E’ COME ME,

NEL MOMENTO CHE SEMBRO CALMO E RILASSATO UNA FORZA DAL PROFONDO SI ERGE COME DAL NULLA,

E COME I CAVALLONI,  SI ALZANO ED ESCONO FUORI  MOSTRANDO  TUTTA LA LORO FORZA,

COSI’ I MIEI PENSIERI PREPOTENTI, CONQUISTANO LA CALMA APPARENTE E NON C’E’ VERSO DI FERMARLI.

ED ESSI, INESORABILI MI PORTANO SULLA TUA RIVA E SI INFRANGONO SUI TUOI SCOGLI.

GS